Chi siamo: perché il dramma di Guadagnino di TVNZ non è un altro chiamami col tuo nome

Chi siamo: perché il dramma di Guadagnino di TVNZ non è un altro chiamami col tuo nome

riconsiderando: Chiamami con il tuo nome È stato uno dei film più memorabili ed emozionanti dell’ultimo decennio.

La sua storia del successo di un giovane adolescente americano nell’Italia degli anni ’80 ha guadagnato un esercito di ammiratori per i suoi capitani – Armie Hammer e Timothy Chalamet – e il regista italiano Luca Guadagnino.

Gli spettatori si sono innamorati dei personaggi e del paese e probabilmente non guarderanno mai più le pesche allo stesso modo. In effetti, il film del 2017 è stato estremamente popolare e un sequel inaspettato è stato messo in azione, uno ora un po ‘deragliato dall’ascesa di Chalamet allo status di star e da Hammer. Problemi con i social media.

Questi recenti sviluppi hanno dato più peso al dramma in otto parti di Guadagnino Noi siamo chi siamo (Ora in streaming su TVNZ OnDemand). Debutto internazionale lo scorso settembre, tipo ParlamiQuesta è un’altra ricerca transatlantica di identità sotto il sole del Mediterraneo. Dal punto di vista del colore, tuttavia, l’intera faccenda è in qualche modo diversa, più della verità cinematografica di Gus Van Sant, Larry Clark o Sean Baker, rispetto alla sottigliezza dei primi lavori di Guadagnino.

Per saperne di più:
* Fickle Seas per la Parody America’s Cup l’ultima volta in 11
* Perché TVNZ OnDemand Pulse, e non Netflix, è il servizio per gli appassionati di documentari
* Otto fantastici programmi TV nominati ai Golden Globe (e dove puoi guardarli qui)
* Diventare un dio nella Florida centrale: Kirsten Dunst brilla nella satira americana di TVNZ

Quando incontriamo per la prima volta Fraser Wilson (Shazam Jack Dylan Grazer, è di cattivo umore. Già scontento di aver dovuto lasciare la sua vita ideale a New York, ora è arrivato in Italia senza la sua valigia. Mentre sua madre cercava di localizzarlo, era silenziosamente stordito, cercando di perdersi nella musica a cui si collegava costantemente tramite i suoi auricolari in piedi.

READ  In Truffle Hunters, un mondo incantevole ma precario

Nonostante sia “la culla dell’arte”, Fraser e la sua famiglia vivranno davvero una vita molto diversa qui. A Sarah (Chloe Sevigny), colonnello dell’esercito americano appena coniato, fu dato il suo primo comando di guarnigione, mentre la moglie Maggie (Alice Braga) aveva compiti importanti.

Man mano che Fraser impara rapidamente, la vita sulla base è rigidamente regolata e controllata. Lo spirito libero Britney (Francesca Scorsese) gli consiglia: “Non sei nessuno senza carta d’identità o amici”. È lei che lo incoraggia a scappare in riva al mare, ma presto si annoia del suo strano comportamento nei confronti di lei e dei suoi amici e si aggira per esplorare la città che lo circonda. Mentre è lì, scopre una ragazza, Caitlin (Jordan Kristine Seamón), che è stata vista prima mentre mangiava in un ristorante, ma ora vestita da ragazzo e apparentemente si fa chiamare con un nome completamente diverso.

Il tuo divertimento per We Are Who We dipenderà dalla tua conoscenza del protagonista adolescente apparentemente inutile Fraser (Jack Dylan Grazer).

Fornito

Il tuo divertimento per We Are Who We dipenderà dalla tua conoscenza del protagonista adolescente apparentemente inutile Fraser (Jack Dylan Grazer).

Il ritmo di apertura dell’episodio di apertura porterà probabilmente a un crollo ripido e alla mancanza di un amato protagonista che alienerà molti spettatori, ma AffariCambiare la prospettiva degli stessi eventi nel secondo aggiunge sicuramente più intrigo e rende la narrazione lenta degna di essere preservata.

Gudagnino, che è anche uno degli autori delle cinque serie, gestisce le azioni qui in modo molto coinvolgente. Le riprese provengono da un ottimo punto di vista, mentre l’azione può svolgersi ovunque all’interno dell’inquadratura e c’è un ampio uso del suono esterno. Ho adorato i sottotitoli, le animazioni ei dettagli della vita americana (famosi fast food e tutto il resto) in una base militare che è stata fantastica.

Chloe Sevigny interpreta un colonnello appena assegnato a capo di una base militare americana in Italia in Who We Are.

Fornito

Chloe Sevigny interpreta un colonnello appena assegnato a capo di una base militare americana in Italia in Who We Are.

Ma, almeno inizialmente, la personalità di Sevigny appare sottoutilizzata, e i guai che si fa carico (tre recenti stupri e due suicidi) suggeriscono solo questo. In un certo senso, avrei preferito guardare una serie che si concentrava più su questo che sull’ozio di uno strano adolescente alieno che mormorava: “Ogni momento in cui sono in questo posto mi sento come se una piccola parte di me stesse morendo”.

Tuttavia, ce ne saranno altri che si sentiranno diversamente, e se sei un fan Parlami, Dovresti assolutamente tenere d’occhio l’occhio dell’aquila per un luccichio e l’iscrizione li mancherà dalle sue due stelle.

Noi siamo chi siamo Ora in streaming su TVNZ OnDemand.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PBGOSSIPTV.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
pbgossiptv.com