Facebook per limitare la condivisione di notizie in Australia

Facebook per limitare la condivisione di notizie in Australia

Facebook ha affermato che limiterà la condivisione di contenuti di notizie in Australia, rifiutandosi di piegarsi alla spinta normativa che costringerebbe il gigante dei social media a condividere le entrate con le agenzie di stampa.

L’Australia si sta preparando ad approvare una legislazione che costringa le aziende digitali a pagare per i contenuti delle notizie, cosa che creerebbe un precedente globale e, secondo Facebook e Google, distruggerebbe il modo in cui funziona Internet.

“La proposta di legge fraintende il rapporto tra la nostra piattaforma e gli editori che la utilizzano per condividere i contenuti delle notizie”, ha affermato William Easton, Direttore di Facebook per Australia e Nuova Zelanda.

“Ci resta una scelta netta: cercare di rispettare una legge che ignora i fatti di questa relazione, o smettere di consentire contenuti di notizie sui nostri servizi in Australia. Con il cuore triste, scegliamo quest’ultima”.

La mossa di Facebook contrasta con Google, che nei giorni scorsi ha mediato accordi con gruppi mediatici. Compreso News Corp. Robert Murdoch., In risposta alla spinta normativa.

All’inizio di questa settimana, i funzionari australiani hanno detto che i due giganti tecnologici americani stavano per concludere accordi con i principali media australiani per pagare le notizie per risolvere la situazione di stallo seguita da vicino in tutto il mondo.

Le società hanno minacciato di ritirare parzialmente i servizi dal paese se le regole fossero diventate legge, scatenando una guerra di parole con Canberra.

Easton ha detto che Facebook aveva discusso con i funzionari australiani che “lo scambio di valore tra Facebook e gli editori funziona per gli editori” e genera centinaia di milioni di dollari di entrate per le organizzazioni dei media.

READ  MacDonald afferma che il disegno di legge approvato dalla NI Association che cerca di frenare le cause degli aborti è stato uno `` stratagemma '' del DUP

“Abbiamo lavorato a lungo verso le regole che incoraggiano l’innovazione e la collaborazione tra piattaforme digitali e testate giornalistiche”, ha detto Easton.

“Sfortunatamente, questa legislazione non lo fa. Invece, cerca di penalizzare Facebook per contenuti che non ha preso o richiesto”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PBGOSSIPTV.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
pbgossiptv.com