I rapaci mostrano poca lotta in perdita di esplosione per gli Hornets

I rapaci mostrano poca lotta in perdita di esplosione per gli Hornets

The Daily Beast

I vecchi nazisti non meritano il pass solo perché sono vecchi

A febbraio, un uomo di 95 anni è stato deportato in Germania, un anno dopo che si era scoperto che aveva prestato servizio come buttafuori a Meppen, un campo di concentramento di Neuengamme. Non era uno dei peggiori campi: non disponeva di moderne camere a gas, ma si basava invece sul metodo della vecchia scuola di far morire i prigionieri. Un gruppo di danesi, olandesi, francesi, italiani, ebrei, lettoni, polacchi e russi costretti dalle guardie a scavare fortificazioni anticarro durante l’inverno del 1945, “fino all’esaurimento e alla morte”. Frederick Karl Berger, che ha vissuto comodamente e in sicurezza a Oak Ridge, nel Tennessee, dal 1959 e probabilmente ha goduto di tutti i benefici della vita negli Stati Uniti per i cittadini rispettosi della legge che tengono la testa bassa, ha affermato di essere 1). Seguendo gli ordini, 2) glielo hanno costretto a farlo, 3) non è stato lì a lungo e 4) non poteva essere collegato a nessun omicidio in particolare. I nazisti anziani ridono mentre ricordano il massacro degli ebrei, questa difesa, tuttavia, che in passato ha funzionato a favore di molti poveri di umore nei campi di sterminio, si è dimostrata obsoleta, e da allora John Demjanjuk, un guardiano del campo di sterminio che viveva la sua versione della vita americana Jaidah come agente automobilistico vicino a Cleveland, nel 2011 su 28.000 capi di complicità in omicidio. Questo costrutto legale ha fornito ai pubblici ministeri un modo per entrare, poiché si è rivelato quasi impossibile individuare specifici decessi sui delinquenti sopravvissuti, soprattutto con il passare degli anni. Questi ultimi criminali di guerra sono ora nei loro 90 anni, alcuni di loro sono ancora più vecchi. Il centenario ex portiere è sotto accusa in Germania. I difensori di questi antichi criminali suggeriscono che il passato è già passato. Che noi, le persone, permettiamo loro di vivere la loro vita in qualunque pace abbiano portato per se stessi. Per “lasciare la giustizia a Dio”. Immagine illustrativa dal The Daily Beast / Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti Questo argomento potrebbe essere migliore se ci fossero prove di una qualche penitenza morale da parte degli autori. Ma sembra che, per la maggior parte, si siano allontanati dai campi di sterminio e stiano dando un tono scherzoso. Alcuni furono aiutati in Sud America tramite la linea Ratlin, mentre la CIA apriva la strada. Joseph Mengele, un sadico che ha trovato la sua casa spirituale ad Auschwitz e il cui unico rimpianto è che l’omicidio non è arrivato alla sua conclusione definitiva, ha vissuto felicemente tra amici e sostenitori a San Paolo fino a quando non è annegato mentre nuotava nel suo tempo libero su una bellissima spiaggia. Questa lista continua e non esclude i principi del commercio, la maggior parte dei quali beneficiava del lavoro forzato. Bayer, Siemens, IG Farben, Krupp, Mercedes e Volkswagen costruirono le loro fabbriche proprio accanto ai campi di sterminio e firmarono contratti con le SS, che avrebbero fornito una fornitura specifica di guardie, cani e fruste, insieme a alternative costanti per i prigionieri che lo volevano era comprensibilmente lavorare fino alla morte. Nessuno dei funzionari ha pagato un grande prezzo, e alla luce di ciò, questi vecchi nazisti trascinati giù per affrontare la musica a questo punto sembrano piccoli avannotti, come erano realmente e sono ancora. Da un lato, come ha sottolineato Raul Hilberg nel film Shoah di Claude Lanzmann e altrove, era da questi ingranaggi che dipendeva l’intera macchina della morte. Senza guardie nei campi, o organizzatori di treni pieni di prigionieri, che operino in modo efficiente i piani giorno e notte, o grossisti di vestiti per bambini appena usati che fluiscono da Auschwitz a Berlino, nessuno di loro funzionerà, o quasi mai andrà liscio. Persino un buttafuori che non si è rivolto personalmente al suo cane su un detenuto inciampato o ha trasformato una graziosa bambina a Ilse Koch per trasformare la sua pelle in guanti era colpevole se si fosse ritirata un po ‘, e dove c’è senso di colpa, c’è anche un bisogno di giustizia. Senza di essa, si rimane con le dimissioni, il che va bene per un monaco buddista della Foresta dei Rododendri, ma non proprio per il giudice e la giuria dell’America contemporanea, per non parlare della gente comune che ora ha letto Anne Frank e Night. Chi avrebbe dovuto guardare il mese scorso in una felpa sportiva dei nazisti locali “Campo Auschwitz” picchiare a morte gli agenti di polizia. Mentre cerchiamo giustizia a Washington per questi pazzi odiatori dei giorni nostri, che, per inciso, possiamo facilmente vedere in piedi fianco a fianco con l’ultimo di quei nazisti accusati, frusta, bastone o estintore in mano, viene profondamente ricordata la sua importanza. Come ha scritto Hannah Arendt nel libro di Eichmann a Gerusalemme, quello che stiamo dicendo come società è che “è successo qualcosa … non possiamo riconciliarci con esso”. Né noi, come americani, i cui padri e nonni hanno combattuto e sono morti per fermare i nazisti, non dobbiamo venire a patti con quello che è successo agli uomini, alle donne e ai bambini per mano loro, non finché c’è ancora una misura di punizione da infliggere. È vero che questi ultimi detenuti sono anziani, ma “la giustizia non ha una data di scadenza”, ha detto Christoph Huebner, vicepresidente del Comitato internazionale di Auschwitz, e Berger ha protestato per la sua deportazione davanti a un giudice. “Dopo 75 anni, diventa ridicolo – non posso crederci. Mi stai costringendo a uscire di casa.” Autore di The Plum Trees, la storia della perdita e della sopravvivenza durante l’Olocausto. Maggiori informazioni su The Daily Beast. Le nostre notizie più importanti sono nella tua casella di posta ogni giorno. Iscriviti ora! Abbonamento Daily Beast: The Beast Inside approfondisce le storie che ti interessano. Per saperne di più.

READ  A che ora sono più interessato a Netflix?

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PBGOSSIPTV.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
pbgossiptv.com