Il sollievo dei fan quando il Lussemburgo torna al cinema

Il sollievo dei fan quando il Lussemburgo torna al cinema

È stato un ritorno cauto, con rigide regole igieniche. Le stelle non brillano mai e il tappeto rosso non è mai stato piatto.

Ma Luxfilmfest ha spinto un piccolo gruppo di appassionati di cinema nel Granducato a tornare al cinema dopo una lunga assenza.

Il direttore artistico del festival, Alexis Junxosa, ha detto che i teatri lussemburghesi avevano già riaperto, ma che il suo evento è stata la prima uscita dopo la chiusura per molti fan.

Il pubblico della serata di apertura di questa settimana era limitato a 100 ospiti, mascherati e adeguatamente distanti, ma gli appassionati di cinema erano entusiasti.

“È come se la vita fosse ricominciata. Mi sento al sicuro. Tutto sembra funzionare molto bene”, ha detto la frequentatrice di film Corin, prima che il sipario su “Nomadland” della regista cinese Chloe Zhao, vincitrice del Golden Globe.

“Ci sono poche persone e tutti indossano la maschera”, ha detto Giulio, e per loro andare al cinema è stata come una campagna personale per la normalità in un mondo inseguito dal virus.

“Qui, ci andiamo ogni settimana”, dice lamentandosi che i cinema del suo Paese d’origine, l’Italia, teatro di una delle peggiori epidemie del virus Covid in Europa, sono ancora chiusi.

Per il festival, agli spettatori vengono assegnati i numeri dei posti e tutti i posti utilizzati sono ad almeno due metri di distanza.

Otto film drammatici competono con sei documentari.

Il pubblico può votare i propri preferiti tramite sms, ma la giuria, presieduta dall’attrice francese Sandrine Bonaire, seguirà i lavori quasi da Parigi.

Isola benedetta

Il premio sarà annunciato il 13 marzo alla vigilia della serata di chiusura, che gli organizzatori sperano attirerà diverse centinaia di spettatori.

READ  L'Irlanda mira a risolvere il mistero del fallito attacco contro la Scozia

Per quanto ne sa, Jonkosa dice che il suo festival del Lussemburgo è il primo che si terrà in Europa per un pubblico dal vivo dall’inizio della pandemia.

La Berlinale di quest’anno, che di solito è molto più grande, si è tenuta interamente online per critici e acquirenti del settore, ma è stata governata da una giuria che ha guardato i 15 concorrenti in un cinema appositamente costruito nella capitale tedesca.

Jonkosa, un francese multilingue lussemburghese, ha dichiarato di voler utilizzare l’evento “per dimostrare che è possibile godersi la cultura senza correre il rischio”.

“Speriamo, anche a livello junior, di contribuire a dimostrare che il festival è possibile”, ha detto, esprimendo il suo rammarico per le perdite che l’epidemia ha causato al cinema.

L’annuale Luxfilmfest Festival è stato creato nel 2011 ed è stato cancellato l’anno scorso durante la prima ondata di Covid-19.

L’attività culturale è ripresa nel paese a gennaio dopo che l’epidemia si è placata, creando quella che il presidente del festival ha definito “una specie di isola benedetta nelle arti”.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PBGOSSIPTV.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
pbgossiptv.com