L’epidemia di Corona virus rinvia la gara di Coppa America

L’epidemia di Corona virus rinvia la gara di Coppa America

Auckland, Nuova Zelanda – La gara della serie America’s Cup verrà posticipata di almeno un giorno dopo che domenica un’epidemia di COVID-19 basata sulla comunità ha costretto la città di Auckland a un blocco limitato.

Il primo ministro neozelandese Jacinda Ardern ha annunciato che Auckland passerà a un terzo livello di blocco dopo aver scoperto tre casi di comunità in una periferia meridionale, il primo da agosto nella più grande città della Nuova Zelanda.

La chiusura significa la chiusura di scuole e luoghi pubblici, compreso l’American Cup Village, e si consiglia ai residenti di lavorare da casa e “agire con un alto grado di cautela”.

Le folle non saranno ammesse agli eventi sportivi per almeno 72 ore. “Se possibile, il ritardo è la cosa migliore a questo punto”, ha detto Ardern degli incontri pubblici programmati.

L’italiana Luna Rossa Prada Pirelli guida la squadra INEOS britannica per 4-0 nelle finali della Prada Cup con le prime sette vittorie, dopo aver vinto entrambe le gare nella seconda giornata della serie di domenica. La corsa doveva continuare mercoledì, ma la Copa America ha annunciato che sarebbe stato necessario un rinvio.

A causa dell’annuncio della chiusura “inizialmente per 72 ore, il prossimo giorno di gara in programma è stato posticipato e l’evento non sarà aperto al pubblico durante questo periodo”, hanno detto gli organizzatori in un comunicato domenica.

Gli organizzatori hanno detto che lavoreranno con “le autorità e le agenzie competenti nei prossimi giorni per affrontare le necessarie ripercussioni”.

La Nuova Zelanda è stata solo leggermente colpita dalla pandemia di Coronavirus e da domenica la vita è continuata come al solito senza restrizioni su raduni e folle illimitate in occasione di eventi sportivi. La Nuova Zelanda ha solo 26 decessi a causa di COVID-19.

READ  L'italiana NVP SpA utilizza Artist-1024 e Bolero Intercom di Riedel per il nuovo camion 4K-HDR

Le gare della Challenger Series sono state seguite finora da una grande flotta di barche spettatori sull’acqua e da grandi folle nelle aree di osservazione sulla riva.

Il team leader del Regno Unito Ben Ainsley ha affermato che le squadre hanno goduto della libertà offerta dal recente stato di Nuova Zelanda senza COVID.

“Siamo molto fortunati di essere qui e di fare la regata che amiamo tutti”, ha detto. “È una situazione difficile.

“Ad essere completamente onesto, non so quali siano le restrizioni, ho appena ricevuto la notizia. Ma è chiaro che faremo tutto ciò che le autorità ci consigliano. Ovviamente è molto importante che le persone siano al sicuro e in salute. “

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PBGOSSIPTV.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
pbgossiptv.com