L’Irlanda non riesce a far rispettare il diritto dell’UE contro le grandi aziende tecnologiche

L’Irlanda non riesce a far rispettare il diritto dell’UE contro le grandi aziende tecnologiche
L'Irlanda non riesce a far rispettare il diritto dell'UE contro le grandi aziende tecnologiche

Norfoto | Getty Images

L’Irlanda non è riuscita a far rispettare le leggi sulla privacy dell’UE sulle principali società tecnologiche statunitensi, con il 98 percento delle 164 denunce significative di violazioni della privacy rimaste irrisolte dalla sua organizzazione.

Google, Facebook, Apple, Microsoft e Twitter hanno tutti sede in Europa a Dublino, il che rende il Commissario irlandese per la protezione dei dati il ​​principale regolatore dell’UE responsabile di sottoporli alla legge.

Ma il DPC irlandese è stato criticato più e più volte, sia dai sostenitori della privacy che da altri regolatori dell’UE per non aver preso provvedimenti.

Un’analisi dell’Irish Civil Liberties Council ha rilevato che la stragrande maggioranza dei casi rimane irrisolta e che la Spagna, che ha un budget per la protezione dei dati inferiore rispetto all’Irlanda, produce progetti di decisione 10 volte superiori.

Johnny Ryan, Senior Fellow presso ICCL, ha affermato che l’Irlanda è il “peggiore collo di bottiglia” dell’applicazione del GDPR dell’UE.

“L’applicazione del GDPR contro le grandi società tecnologiche è paralizzata dall’incapacità dell’Irlanda di presentare progetti di decisione su questioni transfrontaliere”, ha aggiunto, osservando che il resto dell’UE dovrebbe attendere i progetti di decisione irlandesi prima di poter intraprendere un’azione contro Comp .

Il regolatore irlandese, guidato da Helen Dixon, non ha risposto a una richiesta di commento.

L’intero sistema di cooperazione si basa su poche chiavi [data protection agencies] “Spostando le questioni in avanti, finora questo non sta accadendo”, ha affermato Estelle Massey, analista politico senior di Access Now.

La reticenza dell’Irlanda nel trattare con le grandi aziende tecnologiche è stata criticata da molti altri paesi europei, tra cui Francia, Spagna e Italia.

READ  Può il Dante italiano rendere giustizia a 700 anni dalla sua morte?

A luglio, il parlamento irlandese ha pubblicato un rapporto che chiedeva la riforma della legge irlandese sulla protezione dei dati, sollecitandolo ad avviare l’attuazione del regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR). Ha detto di “temere che i diritti fondamentali dei cittadini siano a rischio”.

A marzo, le tensioni di lunga data sul trattamento dell’Irlanda nei confronti delle big tech sono scoppiate allo scoperto dopo che i funzionari tedeschi hanno attaccato gli irlandesi.

Ulrich Kelber, capo del Garante tedesco per la protezione dei dati, ha scritto ai deputati per lamentarsi del fatto che la sola Germania ha “inviato oltre 50 reclami WhatsApp” alle autorità irlandesi, “nessuno dei quali è stato ancora chiuso”.

Ha anche criticato “la gestione molto lenta della questione in Irlanda, che è molto indietro rispetto ai progressi nella gestione della questione nella maggior parte dell’Unione europea e in particolare nei supervisori tedeschi”. Ha osservato che entro la fine dello scorso anno, l’Irlanda aveva superato i 196 casi ma ha chiuso con solo quattro, mentre la Germania aveva chiuso 52 casi su 176.

Funzionari dell’UE hanno affermato che Bruxelles è limitata in ciò che può fare per costringere Dublino ad agire. Le norme sulla privacy dell’UE conferiscono al Consiglio europeo per la protezione dei dati il ​​potere di agire contro i controllori dei dati a livello di stato membro, ma i suoi poteri sono limitati e non può costringere un’autorità come il DPC irlandese a svolgere il proprio lavoro.

Secondo le regole attuali, Dublino è nella posizione più forte per costringere la sua agenzia per la protezione dei dati a esercitare i suoi poteri, hanno affermato i funzionari. Tuttavia, l’UE potrebbe teoricamente aprire procedimenti di infrazione contro uno Stato membro che non mette in atto politiche efficaci per proteggere le norme sulla privacy.

READ  È un grande successo! I cinesi stanno tornando alla ribalta nelle sale cinematografiche

Segnalazione aggiuntiva di Judd Webber.

© 2021 Financial Times Ltd.. Tutti i diritti riservati Non viene ridistribuito, copiato o modificato in alcun modo.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PBGOSSIPTV.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
pbgossiptv.com