L’Italia avvia un’indagine su un contratto da 1,25 miliardi di euro per dispositivi di protezione individuale con la Cina

L’Italia avvia un’indagine su un contratto da 1,25 miliardi di euro per dispositivi di protezione individuale con la Cina

I pubblici ministeri italiani hanno avviato un’indagine su un accordo governativo del valore di 1,25 miliardi di euro per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale dalla Cina, affermando che un gruppo di uomini d’affari ha ricevuto decine di milioni di euro in commissioni illegali per assicurarsi contratti.

Secondo la Procura di Roma, quattro società italiane – Sunsky, Partecipazioni, Microproducts It e Guernica – “hanno lavorato illegalmente come intermediari nascosti” tra il governo e un consorzio cinese per acquistare dispositivi di protezione individuale e ricevere pagamenti illegali da gruppi con sede a Wenzhou. .

L’Italia è stato il primo paese in Europa a essere duramente colpito dalla pandemia, con il bilancio delle vittime che ha superato i 35.000 durante la prima ondata. Il governo ha inizialmente lottato per fornire dispositivi di protezione individuale agli operatori sanitari e nei negozi si è verificata una carenza di maschere per due mesi.

A marzo, l’ufficio del commissario italiano per le emergenze ha consegnato a Covid-19 tre società cinesi – Wenzhou Moon-Ray, Wenzhou Light e Luokai Trade – un contratto per l’acquisto di 800 milioni di maschere facciali.

L’offerta è stata aggiudicata grazie alla mediazione dei titolari di società italiane, che hanno ottenuto decine di milioni di euro da società cinesi, secondo atti giudiziari visionati dal Financial Times. Hanno dimostrato che Luokai Trade è stata costituita in Cina solo cinque giorni prima che l’ordine del governo italiano fosse formalizzato.

Andrea Vincenzo Tomasi, CEO di Sunsky; Il suo socio in affari Daniele Guidi, già presidente della Banca Nazionale di San Marino, indagato per fallimento; I pubblici ministeri hanno detto giovedì che Mario Pinotti, fondatore di Microproducts It ed ex amministratore delegato dell’emittente pubblica italiana Rai, è indagato per un caso di riciclaggio di denaro, possesso di merci rubate e influenze del commercio illegale.

READ  Afterpay ha lanciato l'operazione europea Clearpay in Francia, Spagna e Italia

L’unità monetaria della Guardia di Finanza, la Guardia di finanza italiana, ha confiscato beni per un valore di oltre 70 milioni di euro, tra conti bancari, partecipazioni societarie, immobili, gioielli e yacht, di proprietà di otto persone indagate.

Secondo i documenti del tribunale visionati dal Financial Times, Sunsky è stato pagato 59,7 milioni di euro da società cinesi per consegnare maschere in Italia. Jorge Solis, un uomo d’affari ecuadoriano residente a Roma e amico di Jedi, ha tirato fuori 5,8 milioni di euro per convincere i cinesi a raggiungere gli intermediari italiani.

Secondo il deposito, Pinotti, conoscente di lunga data di Domenico Arcuri, il commissario italiano per l’emergenza per aver risposto alla pandemia, ha ricevuto 12 milioni di euro dal consorzio cinese per presentare Solis e Tomasi all’ufficio del commissario.

I pagamenti erano “illegali” perché basati su “attività nascoste di mediazione commerciale legate a rapporti personali con il Commissario Covid”. [Arcuri]I documenti dicevano.

I pubblici ministeri hanno affermato che l’appalto pubblico non ha seguito le procedure standard.

Pinotti ha detto, tramite il suo avvocato, di aver agito su autorizzazione di Arcuri, che è stato nominato commissario di Covid lo scorso marzo.

Arcuri, che presiede anche Invitalia, l’agenzia nazionale per gli investimenti, e ha supervisionato le crisi aziendali presso la compagnia di bandiera Alitalia e l’acciaieria pugliese di ArcelorMittal, ha dichiarato alla stampa in un comunicato che “il suo nome è stato illegalmente sfruttato dalle persone indagate” e che valuterà la possibilità di intraprendere un’azione legale contro di loro.

Gli atti giudiziari mostrano 1.280 telefonate tra Arcuri e Pinotti tra gennaio e maggio 2020.

I pubblici ministeri hanno affermato che non ci sono prove di pagamenti dall’ufficio del commissario a nessuna società, e quindi non stanno indagando su nessun ufficio pubblico per corruzione.

READ  Il nuovo CEO del Gruppo Davines in Nord America è Alejandro López - WWD

Il mese scorso, Solís ha detto alla TV italiana La7, che ha segnalato per la prima volta anomalie sul contratto da 1,25 miliardi di euro a dicembre, di essere stato contattato da un aiutante di Arcuri l’anno scorso che gli ha detto: “Voglio che tu aiuti l’Italia” perché sapevano trattati con aziende cinesi.

Secondo il fascicolo, l’Ufficio Antiriciclaggio della Banca d’Italia aveva già indicato come “sospetti” bonifici di società cinesi sui conti delle società Solis, Pinotti e Tomasi.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PBGOSSIPTV.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
pbgossiptv.com