L’Italia ha un nuovo modo per combattere il turismo eccessivo

L’Italia ha un nuovo modo per combattere il turismo eccessivo

Selfie davanti a Venere Botticelli. Primo piano della virilità di David. Le marmellate salgono in cima al famoso Duomo.

Ai tempi dell’epidemia di pandemia, Firenze era alle prese con un turismo eccessivo. E la Galleria degli Uffizi, uno dei musei più famosi al mondo, è al centro di tutto.

Nel momento più affollato, passavano 12.000 visitatori al giorno e il più delle volte si precipitavano verso le opere d’arte rinascimentali per scattare selfie con i grandi battitori: Venere Botticelli, la Sacra Famiglia di Michelangelo e Tiziano Venere di Urbino.

I racconti abbondano, lunghe code per entrare e gli Uffizi prendono il loro posto in quella lista poco invidiabile di posti dove andare una volta nella vita, ma l’esperienza è probabilmente così stressante che una volta che hai finito, devi andare avanti.

Inoltre, così tanti turisti si stavano comportando così male che le autorità fiorentine dovettero lanciare una campagna di buona condotta. Goditi il ​​rispetto di Florence, Con multe fino a 500 EUR ($ 608) per chiunque venga sorpreso a fare una passeggiata all’aperto, seduto o a scrivere graffiti.

Naturalmente, la pandemia ha fatto di tutto questo un ricordo del passato. Ma prima che il viaggio si riapra, il direttore degli Uffizi vuole assicurarsi che le cose non tornino mai come prima. Un modo per accertarsene? Distogliere i visitatori dalla stessa Firenze.

Entra nel progetto degli Uffizi Diffusi. Significa “Uffizi sparsi”, è una rivisitazione dell’Italia Il concetto di “hotel sparso”, Poiché ci sono singole “stanze” in diverse case del villaggio.

In questo progetto, le opere d’arte conservate nel magazzino degli Uffizi saranno esposte in tutta la regione intorno alla Toscana, trasformando la regione più famosa d’Italia in un grande museo “sparso”.

READ  Il tardo iPhone 12 funziona bene con Apple - Counterpoint

Città e paesi della Toscana stanno ora filtrando edifici che potrebbero diventare spazi espositivi.

Il direttore degli Uffizi Ike Schmidt ha detto a CNN Travel che l’idea gli è venuta durante il blocco del 2020 e che ha trascorso la maggior parte del tempo a lavorare su potenziali siti e opere d’arte.

lo scopo? Al fine di “creare un diverso tipo di turismo”, ha detto, aggiungendo che per la popolazione locale, si stabilirà la cultura nella vita quotidiana delle persone.

“L’arte non può vivere solo nelle grandi gallerie”, ha aggiunto.

“Abbiamo bisogno di più spazi espositivi in ​​tutta la regione, soprattutto nei luoghi in cui è nata l’arte stessa.

L’arte non è isolata

Non è la prima volta che Schmidt presta opere d’arte alle città locali. Nel 2019, ha inviato un dipinto di paesaggio di Leonardo da Vinci nella città natale di Vinci, nel 500 ° anniversario della sua morte.

Dice che una mostra del 2019 sulla battaglia di Anghiari del XV secolo nella Toscana orientale, tenutasi ad Anghiari stessa, ha quadruplicato il numero di visitatori per il precedente record del museo locale.

“Gli Uffizi non sono un museo isolato in mezzo al nulla, ma sono l’apice di un paesaggio pieno di meraviglie, arte e bellezze naturali”, ha detto all’epoca del progetto Vinci, descrivendolo come “un’opportunità unica di guarda questo dipinto e poi esci nel paesaggio “che è raffigurato nell’opera d’arte.

100 nuovi spazi espositivi

I dettagli del nuovo progetto degli Uffizi Diffusi sono conservati, ma Schmidt sta progettando “almeno 60, forse anche 100 spazi espositivi” in tutta la Toscana, e ha lasciato intendere che includerà una villa precedentemente di proprietà della famiglia Medici a Montelupo Fiorentino per mezz’ora a ovest di Firenze. La città portuale di Livorno. Città dei Bagni Belle Epoque Montecatini Terme; Il Careggi, dove si trova un’altra villa medicea ad est di Firenze.

READ  Come eseguire lo streaming del desktop Windows o Mac sul Chromebook

Dall’annuncio del progetto, altre città desiderose di farne parte hanno offerto immobili, tra cui la città costiera in stile Liberty di Viareggio (nella foto sopra), Seraphise (dove si trova un’altra Villa Medicea) e Lucca, che introduce il Palazzo Ducale, la città. Sede del potere dal XIV secolo.

E non sono solo gli spazi espositivi ad avere una nuova prospettiva di vita. Schmidt ha detto che il progetto è anche “un’opportunità per riprendersi un po ‘di lavoro”.

Le folle si disperdono da Florence Trap

Tuttavia, c’è una seria intenzione dietro l’arte. Mentre Firenze si prepara al ritorno del turismo di massa, Schmidt vuole che il progetto degli Uffizi DeVossi allontani il caldo da Firenze, promettendo azioni con “nomi familiari” per aiutare a disperdere la folla.

Ha detto alla CNN: “È importante anche a livello locale, creare nuovi posti di lavoro e lavoro che sarà stabile”.

Ha aggiunto di voler portare anche i toscani faccia a faccia con il loro patrimonio, affermando che “l’attuale sistema culturale dipende fortemente dal turismo straniero”.

La gente del posto viene spesso agli Uffizi in cerca di opere di artisti dei loro villaggi. Ma l’esperienza complessiva può sminuire il loro godimento del singolo dipinto che vengono a vedere, o può essere immagazzinato, piuttosto che in mostra.

Uffizi Diffusi mira a riportare l’arte al punto in cui è venuta prima, collegando le persone direttamente con il loro patrimonio.

E non preoccuparti di perdere se stai visitando Firenze: ci sono molte opere d’arte da visitare.

“Abbiamo già più di 3.000 opere in mostra agli Uffizi – questo è sufficiente”, ha detto Schmidt alla CNN.

READ  Uno sguardo dietro le quinte di 'Caprini' mentre si concludono le riprese a Buffalo

“Gli Uffizi Diffusi metteranno in risalto opere che attualmente nessuno può vedere in un ambiente più tranquillo e intimo”.

La prima fase del progetto dovrebbe iniziare questa estate.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PBGOSSIPTV.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
pbgossiptv.com