“L’Italia merita di essere nel Sei Nazioni” – Connor O’Shea

“L’Italia merita di essere nel Sei Nazioni” – Connor O’Shea

L’ex allenatore dell’Italia Connor O’Shea ritiene che gli Azzurri meritino di essere nel torneo Sei Nazioni, nonostante le crescenti richieste di promozione e retrocessione al torneo.

La sconfitta in Francia ha esteso la sterile corsa dell’Italia alla sconfitta di 28 sconfitte consecutive nel Campionato Sei Nazioni, ma le loro lotte sono tutt’altro che finite quando si recano a Twickenham per affrontare un’Inghilterra che cerca di riprendersi dalla sconfitta.

O’Shea non è riuscito a vincere un Campionato Sei Nazioni durante i suoi quattro anni da allenatore degli Azzurri, nonostante abbia supervisionato lo sviluppo del prossimo gruppo di giovani italiani. L’ultima vittoria dell’Italia è stata il 28 febbraio 2015, contro la Scozia, e da allora è rimasta saldamente in fondo alla classifica.

L’ex capitano di Wells e Lions Sam Warburton è tra coloro che hanno chiesto il cambiamento dell’Italia, ma O’Shea ha lanciato una dura difesa della sua ex squadra.

Infinitamente il meglio della Georgia

“La cosa facile è chiedere cosa stia facendo l’Italia, ma quando si guarda al loro stile di gioco, sono molto meglio della Georgia. Stanno cercando di giocare un ottimo tipo di rugby sotto la guida di Franco”, ha detto O’Shea a Sports Mail.

“Le domande saranno sempre poste, ‘Dovresti essere lì? Dovrebbe esserci cedimento? La mia opinione è che abbiano ottenuto il loro posto in primo luogo e non cambierà mai la mia opinione che il nostro lavoro nel rugby sia promuovere questo sport. La nostra missione è avere una squadra forte in Georgia, Romania e nelle isole del Pacifico. Come facciamo crescere il gioco?

“La cosa peggiore che puoi fare in questo momento è un segno, e alcune decisioni ora possono raggiungere questo obiettivo, cosa che non dovresti fare. Tutti dovremmo desiderare che squadre come Georgia e Romania crescano, ma non uccidiamo nessun altro paese mentre siamo dentro.”

READ  Nessun vento significa nessuna gara nel quarto giorno della Copa America

Il punto irlandese ha un certo peso considerando che l’Italia ha sconfitto la Georgia 28-17 nel 2018, che è una cifra più confortante di quanto suggerito, secondo O’Shea. O’Shea crede che parte della forma forte della Georgia sia in gran parte dovuta al fatto che giocano solo contro squadre di primo livello in modo intermittente, mentre l’Italia affronta squadre di alto livello settimana dopo settimana.

“L’Italia non gioca seconde squadre né gioca partite non competitive”, ha detto. “La gente si leccerà le labbra su quello che può fare per la Georgia (del Sei Nazioni) invece di usare quel gioco per provare 500 modifiche diverse. È una competizione diversa”, ha detto O’Shea.

Ottimismo in Italia

Nonostante la sua scarsa carriera, l’Italia ha una serie di motivi di ottimismo, che è il suo talento in erba. Paolo Garbisi, Michel Lamaro, Stephen Varney e l’attuale infortunato Jake Boldry sembrano tutti essere i maggiori contributori sulla scena internazionale. Anche così, Franco Smith ha un disperato bisogno di una vittoria e resta da vedere se potranno sfidare le probabilità a Twickenham, ma potrebbe trarre una dose di ispirazione dalla prestazione dell’Italia quattro anni fa.

L’Italia raggiunse Twickenham e usò la famigerata tattica del “ruckgate”, che apparentemente funzionò per 65 minuti mentre gli uomini di Eddie Jones apparivano perplessi. L’Italia ha rifiutato la competizione al collasso e ha approfittato di una scappatoia nelle regole per bloccare i passaggi inglesi in quella che inizialmente era una posizione di fuorigioco. Team World Rugby è stato veloce nell’affrontare le regole dopo la partita e ha condiviso i pensieri di O’Shea su quella partita.

READ  Fox Sports - 835 | Canali sportivi

Il nostro punto di vista era: se continuiamo a fare la stessa cosa, continueremo a ottenere gli stessi risultati. Si trattava di pensare: “Come si dà una speranza realistica a un gruppo di persone quando entrano nella fossa dei leoni?”

“Dando loro un piano, lo abbiamo fatto. All’inizio della settimana, alcuni ragazzi dicevano:” Cosa facciamo? “. Alla fine della settimana dicevano tutti:” Fantastico “. loro e io ho detto: ‘Fallo, vedremo cosa succederà e ne sopporterò le conseguenze’ ‘.

“Questo è ciò di cui parla il rugby. Diversi modi di attaccare e difendere. Nessuno è il modo giusto, basta fare domande tutto il tempo. Almeno era un punto di discussione, ma alla fine abbiamo perso la partita. Abbiamo avuto un possibilità, ma abbiamo perso la partita “, ha detto O’Shea.

Qualunque cosa accada, l’Italia sembra inevitabilmente stretta tra l’incudine e il martello mentre giocatori e tifosi si sforzano di fare bene, per non parlare della vittoria. Non è noto se Smith sia in grado di guidare la sua squadra al verificarsi di un miracolo.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PBGOSSIPTV.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
pbgossiptv.com