L’Unione europea lamenta l’inadempimento del Regno Unito agli obblighi del protocollo NI

L’Unione europea lamenta l’inadempimento del Regno Unito agli obblighi del protocollo NI

Il vicepresidente della Commissione europea Marus Sivkovic ha accusato il Regno Unito di non aver implementato una serie di obblighi ai sensi del protocollo dell’Irlanda del Nord e afferma che non saranno possibili modifiche radicali al protocollo.

In una lettera al suo omologo britannico Michael Gove, Civkovic ha affermato che qualsiasi flessibilità che l’UE era pronta a offrire su come attuare il protocollo dipenderà dal rispetto da parte del Regno Unito di quanto concordato tra le due parti a dicembre.

Ha detto che “eccezioni generali” dal diritto dell’Unione europea nell’Irlanda del Nord che coprono alcune carni e prodotti di origine animale “non possono essere concordate al di là di quanto previsto dal protocollo”.

Nella lettera, Sefcovic ha affermato che i centri di controllo di frontiera nei porti di Belfast e Larnen “non sono ancora pienamente operativi” e che i controlli da parte di funzionari veterinari nell’Irlanda del Nord “non sono conformi all’accordo di recesso”.

Ha detto che c’erano stati “pochissimi controlli di identità”, oltre a quelli eseguiti su animali vivi, “un numero molto limitato di controlli fisici” sulle spedizioni in entrata in Irlanda del Nord dalla Gran Bretagna.

Il signor Sefcovic, presidente dell’Unione Europea nella Commissione Congiunta, che sovrintende all’attuazione del protocollo, ha scritto che “tutte le spedizioni incompatibili sono accettate [at Northern ports]Anche se sta andando in Irlanda [ie the single market]”.

Inoltre, “i pacchi non erano etichettati e i pacchi non venivano monitorati a destinazione”, come previsto dall’accordo del 17 dicembre tra Unione Europea e Regno Unito.

“Inoltre, un certo numero di spedizioni sta entrando nell’Irlanda del Nord senza dichiarazione o certificati validi”, ha scritto.

READ  Un vulcano ha eruttato sull'isola canaria di La Palma, dove sono stati evacuati i villaggi

La lettera è arrivata in risposta a una lettera del segretario dell’ufficio di gabinetto Michael Gove la scorsa settimana che chiedeva modifiche radicali al protocollo, inclusa un’estensione dei periodi di grazia per i prodotti di origine animale fino al 1 gennaio 2023.

Il sig. Sefcovic ha anche affermato che, contrariamente all’accordo del 17 dicembre tra le due parti, ai rappresentanti dell’UE viene ancora negato l’accesso in tempo reale ai sistemi IT del Regno Unito, come Import Clearance System o CDS.

Scrive: “Pertanto, attualmente non riceviamo informazioni su come utilizzare la flessibilità concordata di comune accordo, inclusi, ad esempio, il Trusted Trader Scheme o le certificazioni sanitarie semplificate nella pratica”.

Il signor Sivkovic continua ad accusare il Regno Unito di aver detto ai commercianti che inviano merci dall’Irlanda del Nord in Gran Bretagna che non sono obbligati a fornire “informazioni simili” a un annuncio riepilogativo di uscita che, ha detto, “è in conflitto con l’impegno assunto dal Regno Unito” in un annuncio unilaterale il 17 dicembre.

È previsto l’incontro tra i due uomini in un incontro che dovrebbe essere teso domani a Londra.

I funzionari dell’UE e gli Stati membri hanno rafforzato la loro posizione sulla flessibilità che sono disposti a dare al Regno Unito nell’attuazione del protocollo.

Vi è una crescente opinione che il Regno Unito abbia tentato di sfruttare la controversia sulla decisione del comitato di rilasciare l’articolo 16 del protocollo il 29 gennaio al fine di imporre modifiche al protocollo.

Il signor Sefcovic si è detto “convinto” che la presunta inadempienza da parte del Regno Unito fosse dovuta a “problemi iniziali” che dovrebbero essere affrontati dalla commissione mista.

READ  Il Regno Unito e l'Unione europea sembrano rafforzare le loro posizioni sull'attuazione del protocollo dell'Irlanda del Nord

Ha affermato che l’Unione europea sta lavorando per trovare una soluzione al recente squilibrio che potrebbe portare all’imposizione di dazi doganali sulle importazioni di acciaio in Irlanda del Nord sia dalla Gran Bretagna che dal resto del mondo.

Ivkovic ha affermato che non possono esserci “eccezioni generali” alle norme dell’UE quando si tratta di esportare certificati sanitari per prodotti di origine animale, alcuni prodotti a base di carne e consegnare pacchi che superano quelli già previsti nel protocollo.

Ha anche affermato che se il Regno Unito volesse concordare un’area di viaggio comune per gli animali domestici che viaggiano tra la Gran Bretagna e l’isola d’Irlanda e revocare il divieto di patate da semina e “altre piante e prodotti vegetali”, allora “qualsiasi flessibilità richiesta dal Regno Unito è vincolati a rispettare le pertinenti norme dell’UE. “.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PBGOSSIPTV.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
pbgossiptv.com