Servono 3 miliardi di euro per riavviare l’industria della moda italiana – WWD

Servono 3 miliardi di euro per riavviare l’industria della moda italiana – WWD

Milano – Carlo Capasa, presidente del consiglio di amministrazione della Camera della moda italiana, parla a nome della tormentata industria della moda del Paese.

Capasa è stata questa settimana a Roma per parlare delle prospettive per l’industria nell’ambito del piano nazionale di ripresa e resilienza durante i colloqui tenuti dalla Commissione Industria alla Camera e dalla Commissione Bilancio e Affari Europei del Senato. In questa occasione, specificare l’importo necessario per riavviare il settore della moda, che è stato duramente colpito dall’impatto del Coronavirus.

Secondo Capasa e la Camera bisognerà mettere a disposizione fino a 3 miliardi di euro come parte di “intervento immediato” a sostegno di tutte le piccole e medie imprese italiane, che hanno meno di 15 dipendenti. Ha detto che l’investimento “è necessario per riavviare un importante settore dell’economia italiana”.

Come riportato, la scorsa settimana Capasa ha dichiarato che l’Associazione della moda stava pianificando di presentare un piano al governo italiano per chiedere misure e strategie specifiche per aiutare l’industria come parte del suo fondo di recupero COVID-19. Il discorso di Kabasa è stato il primo passo in questa direzione.

“La moda italiana è una delle industrie più colpite dall’epidemia, con vendite in calo del 26 per cento a circa 75 miliardi di euro”, ha detto Capasa, che detiene la presidenza per il suo terzo mandato. Ha definito ogni intervento un investimento che consentirebbe all’industria di “essere ancora una volta un centro di forza dell’economia italiana e della sua immagine globale”.

Ha sottolineato che la moda è la seconda industria in Italia, con vendite nel 2019 pari a quasi 100 miliardi di euro. Quell’anno le esportazioni ammontavano a 71,5 miliardi di euro. “L’industria della moda garantisce opportunità di lavoro a 550.000 persone nella manifattura italiana, molte delle quali nel commercio e nei servizi”, per un totale di 1,1 milioni di persone. Ha notato che la moda italiana rappresenta il 41% di questo settore in Europa, ciò che l’industria automobilistica rappresenta per la Germania.

READ  Ministro del Governo italiano per valutare se un unico progetto di rete sia ancora realizzabile: Ministro | Reuters | Attività commerciale

Per quanto riguarda il Redemption Fund, Capasa ha promesso che “Camera Nazionale della Moda Italiana realizzerà progetti dettagliati su sostenibilità ambientale e sociale, digitalizzazione, internazionalizzazione e formazione per garantire un futuro specializzato e competitivo nel mercato globale per le nuove generazioni”.

Crede inoltre nell’incrementare gli investimenti in ricerca, innovazione e sviluppo, introducendo misure specifiche, come la previdenza sociale e l’esenzione fiscale, finanziando campagne di marketing Made in Italy e aumentando i fondi già stanziati.

Questi sforzi fanno parte delle iniziative lanciate dall’industria della moda italiana, che, secondo quanto riferito, si stanno unendo per aiutarsi a vicenda.

La scorsa settimana, un impressionante gruppo di leader si è riunito per discutere le sfide e le opportunità che il settore deve affrontare e come le grandi aziende possono aiutare le piccole e medie imprese che sono state più colpite dalla pandemia.

L’industria definisce un percorso di ripresa in quanto il nuovo governo del Primo Ministro Mario Draghi individua modi per aiutare l’economia del paese a riprendersi attraverso il Fondo di recupero COVID-19 per un totale di oltre 200 miliardi di euro dall’Unione Europea.

L’incontro ha riunito i rappresentanti del Comitato Strategico della Camera della Moda, Patrizio Bertelli, Amministratore Delegato del Gruppo Prada. Gildo Zegna, amministratore delegato del Gruppo Ermenegildo Zegna, e Renzo Rosso, presidente di OTB, che hanno incontrato Carlo Bonomi, presidente di Confindustria, l’associazione delle 64.300 aziende del settore moda. Altri membri dell’Associazione presenti erano il Vice Presidente per l’Internazionalizzazione, Barbara Beltram Giacomelo; Vice Presidente Regolamentazione, Sviluppo e Marketing Alberto Maringhe; Direttore Generale Francesca Mariotti, Presidente di Confindustria Moda Cirillo Marcolin. Presenti anche Marino Fago, Presidente di Sestima Moda Italia, e Claudio Marinzi, Presidente di Herno ed ex Presidente di Confindustria Moda.

READ  Regole centrali delle entrate per il contributo commerciale di un'impresa privata in Italia

Il Comitato Strategico e i marchi che rappresenta hanno confermato che elaborerà un documento congiunto con Confindustria per assistere allo sviluppo del settore dopo la pandemia, sottolineando l’importanza della cooperazione su proposte e azioni da intraprendere.

We will be happy to hear your thoughts

Leave a reply

PBGOSSIPTV.COM È PARTECIPANTE AL PROGRAMMA ASSOCIATI DI AMAZON SERVICES LLC, UN PROGRAMMA DI PUBBLICITÀ AFFILIATO PROGETTATO PER FORNIRE AI SITI UN MEZZO PER GUADAGNARE TASSE PUBBLICITARIE IN E IN CONNESSIONE CON AMAZON.IT. AMAZON, IL LOGO AMAZON, AMAZONSUPPLY E IL LOGO AMAZONSUPPLY SONO MARCHI DI AMAZON.IT, INC. O LE SUE AFFILIATE. COME ASSOCIATO DI AMAZON, GUADAGNIAMO COMMISSIONI AFFILIATE SUGLI ACQUISTI IDONEI. GRAZIE, AMAZON PER AIUTARCI A PAGARE LE NOSTRE TARIFFE DEL SITO! TUTTE LE IMMAGINI DEL PRODOTTO SONO DI PROPRIETÀ DI AMAZON.IT E DEI SUOI ​​VENDITORI.
pbgossiptv.com